Molto è stato discusso negli ultimi mesi sulle implicazioni del Decreto dignità e del circuito del gioco on line in Italia. Il decreto legge è entrato in vigore lo scorso luglio 2018 e modifica alcune regole di base che riguardano la pubblicità nel gioco o le scommesse online e sportive, due segmenti che spesso si riferiscono a società internazionali che hanno deciso di investire e si concentrano sul mercato italiano, anche a causa di un agile e legislazione amichevole per il gioco d’azzardo on line. Tuttavia, le cose cambiarono quando il governo del Conte prese le redini del governo italiano: c’erano alcuni punti sulla questione del gioco all’interno del programma elettorale. Quindi, nel più breve tempo possibile, le variazioni sono state inserite all’interno del decreto , nel campo del gioco d´azzardo e sulla questione dei casino online legali. Queste variazioni sono di particolare interesse per il settore del gioco online, poiché vietano la pubblicità per questo tipo di settore che va dai casinò on line italiani alle scommesse sportive. Il decreto avrebbe dovuto essere in vigore dal 1 ° gennaio 2019, ma ci fu un’estensione utile per concludere tutti i contratti esistenti, che erano stati stipulati prima dello scorso luglio 2018. In realtà, non è cambiato molto, dato che guardando le inserzioni TV, abbiamo potuto vedere come la maggior parte degli annunci per la seconda notte sono presenti sulla TV commerciale. Pertanto, questo aspetto chiarisce che vi era una mancanza di trasparenza e di comunicazione diretta, dal momento che molte persone si aspettavano che il blocco della pubblicità sarebbe stato operativo, dal 1 ° gennaio 2019.

Il futuro dei casinó online sicuri sará roseo per il mercato italiano ?

Oggi, tuttavia, conosciamo la scadenza per questa estensione: dal prossimo 14 luglio 2019, saranno vietati gli annunci relativi a giochi online, casinò digitali e scommesse sportive. Un aspetto che potrebbe creare diversi problemi per quelle società sportive che giocano in Serie A, che hanno adottato come sponsor principale, di scommesse online o casinó AAMS. Tutto si svilupperà successivamente alla fine della stagione sportiva 2018-2019, evitando la perdita di capitale e profitti per l’anno ancora in corso. Pertanto, le cose avranno un ovvio risultato dalla prossima stagione del campionato di prima divisione. In ogni caso , le modifiche non si riferiscono esclusivamente al settore del gioco online, ma riguardano anche le sale slot terrestri, presenti in Italia. Lo scopo del Decreto è quello di ridurre significativamente il consumo di giochi d’azzardo, combinato con la prevenzione e il controllo del fenomeno sempre più diffuso di dipendenza dal gioco d’azzardo patologico. Le intenzioni della disposizione sono, quindi, in linea con i casinò online sicuri, che propongono giochi moderati e responsabili. In effetti, il gioco legale non sarà vietato, ma ci sarà un calo significativo degli utenti, poiché si tratta di un circuito basato sulla comunicazione e la pubblicità. Proibire la pubblicità comporterà un maggiore sforzo da parte delle aziende coinvolte nel gioco per farsi conoscere attraverso sistemi alternativi nel nostro paese.

Lascia un commento